Quattro giorni di assenza non coperti da certificato medico: la malattia diventa un licenziamento

Sono costati cari al dipendente dell'impresa di pulizie i 4 giorni di assenza dal lavoro non coperti da certificato medico.

Un dipendente di un’impresa di pulizia, pur essendo in possesso di un certificato medico rilasciato dal Policlinico in data 10 marzo che conteneva una prognosi di 20 giorni, inviava al proprio datore di lavoro un certificato, redatto successivamente dal medico curante, con scadenza 23 marzo. Pertanto, evidenziata la mancanza di una certificazione idonea che giustificasse l’assenza dal servizio nel periodo 24-30 marzo, il lavoratore veniva licenziato.

La cassazione ha confermato l’effettiva esistenza della condotta materiale - cioè l’assenza dal lavoro per più di 4 giorni senza comunicare la giustificazione – ravvisando, nella condotta tenuta dal lavoratore nel corso della sua assenza, un «comportamento gravemente negligente, consistito nell’aver omesso di verificare la corrispondenza delle prognosi effettuate nelle due diverse certificazioni mediche acquisite» e, in particolare, nella non coincidenza dei termini finali tra la prima, non inviata dal lavoratore, e la seconda inviata, invece, al datore di lavoro.

In conclusione, oltre alla norma collettiva, risulta violato anche il vincolo fiduciario.

Cass., sez. Lavoro, 7 maggio 2013, n. 10552

 

ULTIME NEWS DIRITTO DEL LAVORO

ULTIME NEWS DIRITTO COMMERCIALE

ULTIME NEWS DIRITTO ALIMENTARE

ULTIME NEWS RESPONSABILITA' MEDICO SANITARIA

ULTIME NEWS DIRITTO CIVILE


Vuoi commentare una sentenza?
Visita la nostra pagina FaceBook


Archivio news

N.B: Le informazioni non costituiscono parere professionale ed il relativo contenuto ha carattere esclusivamente informativo. Gli articoli contenuti nella presente sezione non possono essere riprodotti senza la preventiva espressa autorizzazione dello studio legale Gallo. La citazione o l’estrapolazione di parti del testo degli articoli è consentita a condizione che siano indicati gli autori e i riferimenti di pubblicazione sul sito www.gallolex.eu. Le opinioni espresse ed il materiale raccolto in quest'area non costituiscono un parere pro veritate né comportano da parte degli autori alcun impegno di consulenza legale via internet. Nessuna consulenza gratuita o a pagamento verrà da loro fornita via internet.

TOP

Realizzato da: www.m2gweb.it