Garza dimenticata: nessuna responsabilita' se non causa dolori

Un medico è stato assolto in appello dal reato di lesioni personali causate ad una paziente e consistite nella incapacità di attendere alle ordinarie occupazioni a causa della persistenza di dolore in sede lombare, affaticamento pisco-fisico con insorgenza di stato ansioso e gastrite dovuta alle reiterate prescrizioni di terapia antidolorifica. In primo grado l’imputato è stato riconosciuto colpevole in quanto, dopo aver dimenticato una garza di grosse dimensioni all'interno della lesione chirurgica praticata in sede paraspinale, ha omesso di formulare nel corso delle numerose visite successive una corretta diagnosi e non ha eseguito l'esplorazione chirurgica e l'asportazione del corpo estraneo.
I giudici della Suprema Corte, respingendo il ricorso promosso dalla paziente avverso la sentenza di assoluzione, hanno chiarito che se la sintomatologia è riconducibile ad una patologia degenerativa preesistente l’intervento chirurgico deve escludersi il nesso di causalità tra l’omessa diagnosi circa la presenza di un corpo estraneo dimenticato nella lesione chirurgica e l’evento delle lesioni colpose. Infatti, nel caso di specie, i dolori e le difficoltà della donna non sono cessati dopo la rimozione della garza, ma solo a seguito di intervento di stabilizzazione della colonna vertebrale, eseguito in epoca successiva.

Corte di Cassazione - Quarta sezione Penale - sentenza n. 19886/2013

ULTIME NEWS DIRITTO DEL LAVORO

ULTIME NEWS DIRITTO COMMERCIALE

ULTIME NEWS DIRITTO ALIMENTARE

ULTIME NEWS RESPONSABILITA' MEDICO SANITARIA

ULTIME NEWS DIRITTO CIVILE


Vuoi commentare una sentenza?
Visita la nostra pagina FaceBook


Archivio news

N.B: Le informazioni non costituiscono parere professionale ed il relativo contenuto ha carattere esclusivamente informativo. Gli articoli contenuti nella presente sezione non possono essere riprodotti senza la preventiva espressa autorizzazione dello studio legale Gallo. La citazione o l’estrapolazione di parti del testo degli articoli è consentita a condizione che siano indicati gli autori e i riferimenti di pubblicazione sul sito www.gallolex.eu. Le opinioni espresse ed il materiale raccolto in quest'area non costituiscono un parere pro veritate né comportano da parte degli autori alcun impegno di consulenza legale via internet. Nessuna consulenza gratuita o a pagamento verrà da loro fornita via internet.

TOP

Realizzato da: www.m2gweb.it