Responsabilità medica d’equipe: l’attività del collega deve essere conosciuta

Un chirurgo è stato ritenuto responsabile delle lesioni personali subite da una paziente, consistite
nell’amputazione del dito mignolo della mano sinistra in quanto, nelle fasi di preparazione ed
esecuzione dell'intervento chirurgico al dito, ha eseguito in modo non corretto le relative pratiche,
impedendo la normale circolazione arteriosa nelle dita ed omettendo di somministrare farmaci
antiaggreganti in grado di prevenire i danni derivanti dall'ostruzione del circolo; infatti, è stato
posizionato un laccio emostatico in corrispondenza della base del quinto dito della mano sinistra,
che non risulta esser stato allentato periodicamente, onde impedire o almeno ridurre la
compressione sulle strutture vascolo-nervose del dito, inoltre è stato posto un tutore in iperestensione,
che ha definitivamente alterato il flusso sanguigno.
La Corte d’Appello ha ritenuto la responsabilità concorrente dell'imputato e della dottoressa che
ha eseguito l’intervento, avendo il medico assunto una posizione di garanzia con la partecipazione
all'operazione ed al post-operatorio gestito dalla collega, quale primo operatore.
La Cassazione ha chiarito che, fermo restando il principio per cui ogni sanitario non può esimersi
dal conoscere e valutare l'attività precedente o contestuale svolta da altro collega, sia pure
specialista in altra disciplina, e dal controllarne la correttezza, è necessario verificare se il
contributo reso dall'imputato gli sia concretamente rimproverabile sul piano soggettivo. Pertanto,
il fatto che il sanitario sia specialista della materia, e come tale in grado di valutare
compiutamente la correttezza delle tecniche operatorie adottate, è soltanto una delle premesse
dell'attribuzione dell'illecito, dovendo pur sempre essere accertato se egli abbia avuto la concreta
possibilità di conoscere e valutare l'attività svolta da altro collega, di controllarne la correttezza e
di agire ponendo rimedio.
Cassazione Penale – Sez. IV - Sent. n. 43988 del 28.10.2013

ULTIME NEWS DIRITTO DEL LAVORO

ULTIME NEWS DIRITTO COMMERCIALE

ULTIME NEWS DIRITTO ALIMENTARE

ULTIME NEWS RESPONSABILITA' MEDICO SANITARIA

ULTIME NEWS DIRITTO CIVILE


Vuoi commentare una sentenza?
Visita la nostra pagina FaceBook


Archivio news

N.B: Le informazioni non costituiscono parere professionale ed il relativo contenuto ha carattere esclusivamente informativo. Gli articoli contenuti nella presente sezione non possono essere riprodotti senza la preventiva espressa autorizzazione dello studio legale Gallo. La citazione o l’estrapolazione di parti del testo degli articoli è consentita a condizione che siano indicati gli autori e i riferimenti di pubblicazione sul sito www.gallolex.eu. Le opinioni espresse ed il materiale raccolto in quest'area non costituiscono un parere pro veritate né comportano da parte degli autori alcun impegno di consulenza legale via internet. Nessuna consulenza gratuita o a pagamento verrà da loro fornita via internet.

TOP

Realizzato da: www.m2gweb.it