Nessun risarcimento per chi cade in corsia

Un medico dipendente ASL ha chiamato in giudizio l'Azienda per ottenere il risarcimento dei danni subiti a causa di un infortunio verificatosi all'interno dell'ospedale: mentre era addetto al servizio di guardia medica, dopo essere stato raggiunto da una chiamata urgente, nell'attraversare il corridoio di una corsia - scarsamente illuminato e dove erano posizionati dei letti per degenti - è inciampato su di una coperta che sporgeva da un letto scivolando a terra e riportando gravissime lesioni.
I giudici della Suprema Corte hanno chiarito che in caso di danni verificatisi all'interno di una struttura ospedaliera, il comportamento colposo del danneggiato esclude la responsabilità dell'azienda sanitaria, qualora sia idoneo ad interrompere il nesso causale tra l'evento ed il danno stesso. Nel caso specifico il comportamento del medico è stato ritenuto anomalo, in quanto, pur essendo a conoscenza della collocazione dei letti nel corridoio dell'ospedale e della conseguente insicurezza dei luoghi attraversati, aveva trascurato di prestare la dovuta attenzione.
Ciò ha determinato l'esclusione della responsabilità per i danni cagionati da cosa in custodia, altrimenti gravante sul presidio ospedaliero.
La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso promosso dal sanitario, condannandolo al pagamento delle spese del giudizio.

Corte di Cassazione - Terza sezione Civile - sentenza n. 22898/2012

ULTIME NEWS DIRITTO DEL LAVORO

ULTIME NEWS DIRITTO COMMERCIALE

ULTIME NEWS DIRITTO ALIMENTARE

ULTIME NEWS RESPONSABILITA' MEDICO SANITARIA

ULTIME NEWS DIRITTO CIVILE


Vuoi commentare una sentenza?
Visita la nostra pagina FaceBook


Archivio news

N.B: Le informazioni non costituiscono parere professionale ed il relativo contenuto ha carattere esclusivamente informativo. Gli articoli contenuti nella presente sezione non possono essere riprodotti senza la preventiva espressa autorizzazione dello studio legale Gallo. La citazione o l’estrapolazione di parti del testo degli articoli è consentita a condizione che siano indicati gli autori e i riferimenti di pubblicazione sul sito www.gallolex.eu. Le opinioni espresse ed il materiale raccolto in quest'area non costituiscono un parere pro veritate né comportano da parte degli autori alcun impegno di consulenza legale via internet. Nessuna consulenza gratuita o a pagamento verrà da loro fornita via internet.

TOP

Realizzato da: www.m2gweb.it