Marchio - Giudizio di contraffazione - Marchio complesso - Valutazione delle singole componenti dotate di autonoma efficacia distintiva - Rilevanza dell'uso esclusivo

L’allegazione della titolarità del rapporto di licenza da parte di chi agisce per fare valere un diritto volto alla tutela del marchio è sufficiente per affermare l’esistenza della condizione dell’azione (o presupposto processuale che sia, essendo sol questione terminologica e non rilevante al fine del decidere, la differenziazione d’inquadramento dottrinale) della legittimazione ad agire, ricordando che la sussistenza della condizione dell’azione va valutata in chiave di prospettazione (ex plurimis, Cass. 6132/2008; Cass. 11284/2010, secondo cui “la legittimazione ad agire e contraddire deve essere accertata in relazione non alla sua sussistenza effettiva ma alla sua affermazione con l’atto introduttivo del giudizio”), che la coincidenza soggettiva sotto il profilo attivo tra colui che ha proposto la domanda e colui che si è affermato titolare del diritto, comporta di per sé la sussistenza della legittimazione ad agire, laddove, per giurisprudenza pacifica e consolidata, il difetto della relativa allegazione è rilevabile  di ufficio, mentre l’effettiva titolarità del rapporto controverso, così dal lato attivo come da quello passivo, attenendo al merito della causa, è oggetto di eccezione in senso proprio e deve, pertanto, essere eccepita in comparsa di risposta.
Il giudizio di contraffazione di marchio complesso richiede una valutazione che tenga conto delle singole componenti dotate di autonoma efficacia distintiva, ove l'autonoma efficacia distintiva della componente raffiguratva del segno può essere confermata dal suo uso esclusivo.

Tribunale Milano 24 ottobre 2013

ULTIME NEWS DIRITTO DEL LAVORO

ULTIME NEWS DIRITTO COMMERCIALE

ULTIME NEWS DIRITTO ALIMENTARE

ULTIME NEWS RESPONSABILITA' MEDICO SANITARIA

ULTIME NEWS DIRITTO CIVILE


Vuoi commentare una sentenza?
Visita la nostra pagina FaceBook


Archivio news

N.B: Le informazioni non costituiscono parere professionale ed il relativo contenuto ha carattere esclusivamente informativo. Gli articoli contenuti nella presente sezione non possono essere riprodotti senza la preventiva espressa autorizzazione dello studio legale Gallo. La citazione o l’estrapolazione di parti del testo degli articoli è consentita a condizione che siano indicati gli autori e i riferimenti di pubblicazione sul sito www.gallolex.eu. Le opinioni espresse ed il materiale raccolto in quest'area non costituiscono un parere pro veritate né comportano da parte degli autori alcun impegno di consulenza legale via internet. Nessuna consulenza gratuita o a pagamento verrà da loro fornita via internet.

TOP

Realizzato da: www.m2gweb.it